Sports

Eurolega, un altro prodigio dell’Olympiacos: è finale. Cska ko

May 19, 2017

ISTANBUL – La Final Four di Eurolega iniziano nel modo più spettacolare. La sfida tra due corazzate come Cska Mosca e Olympiacos se la aggiudica la squadra ateniese, in grado di rimontare dopo essere stata per 38′ in svantaggio: 78-82 il punteggio finale, in favore di coach Sfairopoulos. I greci mettono la testa avanti a 1:53 dal termine con una tripla di Vassilis Spanoulis. Il fuoriclasse ha trascinato i biancorossi – insieme a Green – con 10 punti nel quarto quarto, dopo averne realizzati solo 4 nei primi tre. Vinto il confronto con l’altra stella della partita, l’ottimo Milos Teodosic (23 punti), che dopo una tripla importante per il 76-76 non è riuscito a gestire – come i compagni – il finale di partita. Ancora una volta i greci realizzano una rimonta incredibile sul Cska, dopo quella che nel 2012 valse il titolo allo scadere con il tiro di Printezis (14 punti oggi). Spanoulis e compagni attendono ora l’esito dell’altra semifinale, quella tra il Fenerbache di Datome e il Real Madrid.

PRIMA COMANDA IL CSKA – Una sconfitta bruciante per i campioni in carica, che cedono lo scettro d’Europa dopo aver condotto la partita. Avanti 18-12 in un primo quarto difensivamente perfetto, sono riusciti  a chiudere a più sette il primo tempo (40-33), dopo aver toccato anche il +12 nel corso del secondo quarto. La terza frazione è quella in cui l’Olympiacos ha suonato la carica, grazie a uno scatenato Mantzaris: 4 triple decisive per favorire la rimonta, l’ultima, quella che vale il -4 (64-60) allo scadere del terzo. Un canestro che cambia l’inerzia della partita, e apre allo show di Spanoulis: il play prima accorcia le distanze, poi realizza i due punti del 69-69. Poi lo show del finale, che vanifica le giocate di De Colo (16, ma male nel quarto decisivo) e Jackson.

Stretta di mano tra Spanoulis e Teodosic a fine partita

POI LE TRIPLE DI GREEN – Ma Spanoulis non è l’unico giocatore dei greci a essere sbocciato nel finale. L’altro eroe di giornata è Erick Green in grado di realizzare due triple di importanza capitale nell’ultima frazione. La prima sul 69-64 Cska, la seconda quella del definitivo vantaggio Olympiacos sul 76-76. L’ex Montepaschi – e stella a Virginia Tech – si iscrive nella storia di queste Final Four anche con i due liberi che sigillano il risultato finale: 8 punti totali per l’americano, tutti nel quarto quarto. Poi l’esultanza e le parole di capitan Spanoulis a fine partita: le fatiche degli ateniesi non sono finite.

Source link

You Might Also Like